Castello d'Argile

Omicidio stradale, 5 anni e 6 mesi

Si è concluso con una condanna in primo grado a 5 anni e 6 mesi, davanti al giudice del Tribunale di Bologna Silvia Monari, il processo nei confronti di Davide Cavara, 47 anni, accusato di omicidio stradale per aver provocato, il 24 gennaio, a Sasso Marconi (Bologna), la morte della 66enne Silvana Serenari. Il pm Nicola Scalabrini aveva chiesto una condanna a 9 anni: il processo si è svolto con la formula del rito abbreviato. Secondo quanto accertato dalle indagini al momento dell'incidente frontale, avvenuto sulla Nuova Porrettana, Cavara era al volante con la patente sospesa per guida in stato di ebbrezza e senza assicurazione. Seguito dal Sert, dall'esame delle urine emerse la positività agli stupefacenti. Il 47enne, finito per un periodo in ospedale in seguito allo scontro, si trova già in carcere dopo che a febbraio il Tribunale del Riesame aveva rigettato la richiesta di scarcerazione del suo legale, l'avvocato Vincenzo Cocco. Ora il difensore farà una nuova istanza per la liberazione.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie